“Mio figlio Pietro ha cambiato la mia vita”/ “Ho un tatuaggio che…”

L’attore Lino Guanciale ha parlato di sé a ruota libera nell’ambito di un’intervista concessa al magazine “Elle”, nella quale ha lasciato trasparire gran parte del suo privato. Da poco tempo ha terminato di girare a Napoli la seconda stagione de “Il commissario Ricciardi”, volando però appena possibile a casa a Milano dalla moglie Antonella Liuzzi e dal figlio Pietro, di dieci mesi: “Da quando è nato, la mia vita continua a essere piena di cose da fare, però è cambiato il modo di organizzarle – ha spiegato –. È fondamentale ricavare il tempo per stare con la mia famiglia e non perdermi niente di questi momenti decisivi nella crescita di Pietro”.

Sono stati tanti i personaggi interpretati in tv da Lino Guanciale: Cagliostro de “La porta rossa”, Pietro di “Noi” e, appunto, Ricciardi: “Sono miei compagni di strada, è come se stessero in macchina con me quando sono solo. Ognuno, anche Luca, ha i suoi misteri e i suoi fantasmi, veri o meno. Poi ci sono i lati divertenti: appena finito di girare Ricciardi, continuo a dare del ‘voi’ alla gente anche quando esco dal set”.