“Milioni di visite saltate e 2 pazienti su 10 sono senza assistenza”

“Milioni di visite specialistiche, esami diagnostici, interventi chirurgici e visite ‘congelati’ in questi 18 mesi di pandemia” e “due persone con malattie reumatiche su 10” che “nell’ultimo anno, non sono riuscite ad usufruire dei servizi di assistenza e cura sul territorio (medico di base, ambulatori specialistici)”. E’ la denuncia che arriva da Antonella Celano, presidente dell’Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare (Apmarr).

“La continuità assistenziale purtroppo – sottolinea Celano – ha dovuto cedere il passo all’emergenza Covid-19 anche per gli oltre 5 milioni di pazienti reumatologici per i quali si continuano ad accumulare migliaia di prestazioni sospese che, sommate alle infinite liste d’attesa preesistenti, rendono la situazione di piena emergenza. La pandemia ancora in corso – prosegue la presidente Apmarr – presenta quindi un conto disastroso per tutti gli italiani e servirà senz’altro una sorta di ‘Piano Marshall’ straordinario per smaltire i ritardi accumulati nell’assistenza e nella cura delle persone con patologie croniche”

L’11 ottobre i risultati della prima indagine nazionale su assistenza territoriale integrata in…