Migranti, la toppa di Mattarella. Telefonata con Macron: “Piena collaborazione su tutto”

La nota congiunta: “Piena collaborazione in ogni settore sia in ambito bilaterale sia dell’Ue”. L’intervento del capo dello Stato per evitare l’isolamento diplomatico dopo i nuovi attacchi dalla Francia (“Meloni è la grande perdente”) e la lettera del ministro Piantedosi insieme a Cipro, Malta e Grecia, contro Ong e Ue

La mediazione della saggezza, una telefonata per ricomporre e mettere una toppa prima dell’irrimediabile. Sergio Mattarella ha sentito questa mattina Emmanuel Macron, dopo giorni di tensioni sull’asse Roma-Parigi. “Un colloquio telefonico, nel corso del quale entrambi hanno affermato la grande importanza della relazione tra i due Paesi e hanno condiviso la necessità che vengano poste in atto condizioni di piena collaborazione in ogni settore sia in ambito bilaterale sia dell’Unione Europea“, si legge nel breve comunicato diramato dal Quirinale: una nota congiunta – concordata con la Francia e questo ha il suo significato – per abbassare i toni. E per evitare l’isolamento diplomatico.

  

Sta tutto qui il senso della telefonata, che arriva con preciso tempismo e in una giornata delicatissima per le relazioni tra Italia e Francia, e non solo. Perché oggi Giorgia Meloni sarà a Bali per il G20 mentre Antonio Tajani…