mi calo dall’elicottero e trovo di tutto»- Corriere.it

di Andrea Pasqualetto e Alfio Sciacca, inviati a Canazei

Luca Storoni, 47 anni, appuntato scelto: «Nella disgrazia ho perso un amico, cerco qualcosa di lui». «È come se fosse passata una macchina che rotola, e ciò che trova nel suo percorso lo macina». «Domenica ero in cordata, ho sentito come un boato…»

«In Marmolada partecipo alle ricerche dei dispersi, ma c’ero privatamente anche domenica, quando è successa la tragedia». Luca Storoni, 47 anni, appuntato scelto con qualifica speciale del gruppo Soccorso Alpino dei Carabinieri, è uno degli operatori che in questi giorni si calano sul ghiacciaio alla ricerca dei dispersi. «Domenica ero in cordata con 5 persone, tutti veneti, a un certo punto ho sentito un rumore tipo quello di elicottero provenire dalla montagna; poi è diventato un frastuono. Ho visto come un’esplosione, una massa nera di acqua, ghiaccio e terra. Davanti a me c’era una cordata di alpinisti che è stata travolta in pieno, c’era anche un mio amico, guida alpina. Sono tornato a cercarli con l’elicottero».

Cioè?

«Io sono un soccorritore alpino. Quindi partecipo alle operazioni di ricerca».

Lei è andato a recuperare quei resti…

«Ci ho provato».

In che modo?

«Il drone fa una sorta di mappatura della zona di ricerca,…