Mettersi in proprio: ecco alcuni incentivi

On, oltre nuove imprese, per giovani tra i 18 e i 35 anni

Che siano autonomi veri o mono-committenti, liberi professionisti o titolari di ditte individuali restiamo un territorio a forte vocazione all’auto-impiego. L’ultimo rapporto Istat fotografa un divario percentuale di 5-6 punti rispetto alla media Ue per la quota di lavoro autonomo rispetto al totale. Utile fornire una guida di tutti gli incentivi per mettersi in proprio, di recente agganciati anche al reddito di cittadinanza. Partiamo da Invitalia, l’agenzia dello sviluppo economico la cui contabilit pertiene al ministero del Tesoro. Ha costruito una serie di programmi per favorire l’auto-imprenditorialit, ma gli incentivi sono diversi e riguardano anche regioni e comuni. Generosi sono infatti i fondi della Ue per queste iniziative e tutti vengono registrati sui loro portali. Qui per evitare confusioni ragioniamo per dei progetti che ha Invitalia su tutto il territorio nazionale. Eccone alcuni: 1) On, oltre nuove imprese a tasso zero. Destinato a giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le et. Sono ammissibili le imprese che abbiano una compagine sociale composta per almeno il 51% da giovani under 35 e da donne di tutte le et. Qui il link: https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/…