Metaverso, chi ha paura della realtà virtuale senza confini? I piani (miliardari) di Meta e Microsoft- Corriere.it

La versione più celebre, la prima, è di Meta (ex Facebook) che vi ha investito oltre cento miliardi di dollari, di cui 15 solo l’anno scorso. Ma la versione più avanzata è di Microsoft che ha fatto il “rollout”, la presentazione, proprio a Davos. E, a conferma di quanto sia tutto così nuovo e inesplorato, il correttore del mio software di scrittura di Microsoft mi segna come errore questa parola (“metaverso”) sulla quale anche Microsoft stessa ha appena investito almeno cento miliardi di dollari.

Come funziona il metaverso

Come definire questa nuova scommessa? Il metaverso è un mondo virtuale in tre dimensioni che mira sostituire molte delle interazioni del mondo reale, siano esse lavorative o sociali o comunque legate al tempo libero. In sostanza, vi mettere quel casco con visiera nera – dotato di un numero imprecisato di microchip – e letteralmente inizierete ad avere visioni di un mondo parallelo. Vi ci sentirete pienamente immersi. Prima di tutto vi sarà assegnato un ologramma che vi rappresenta, un personaggio da cartone animato che vagamente vi rassomiglia (ma per ora non ha gli arti inferiori). Nella vostra mano in carne ed ossa vi sarà dato una sorta di telecomando che permette al vostro avatar – il cartone animato che vi rappresenta –…