Meloni in Algeria: “Serve mix energetico per superare crisi. Andrò in altri paesi del nord Africa”

il viaggio

La premier in visita nel Maghreb firma un memorandum con Algeri in ambito energetico: “Avanti con il piano Mattei. Costruiamo ponti per l’Europa”. E sullo sciopero dei benzinai: “Da parte del governo nessuna volontà di colpire la categoria”

L’obiettivo dichiarato della visita in Algeria, per la premier Giorgia Meloni, era quello di cercare di garantire all’Italia (e all’Europa) il più ampio mix energetico. E consentirle di rilanciare il “Piano Mattei”, un intervento che riguarda gli investimenti italiani (ed europei) in Africa di cui aveva giù parlato in termini piuttosto poco definiti sin dall’insediamento del suo governo. Così oggi, accolta dal presidente algerino Abdelmadjid Tebboune, Meloni ha firmato un memorandum d’intesa in ambito energetico, definito dalla presenza dell’ad di Eni Claudio De Scalzi e dell’omologo di Sonatrach Toufik Hakkar. “Oggi l’Algeria è il nostro principale fornitore di gas. Sono state firmate due intese da Eni e la sua omologa algerina, un’intesa per ridurre le emissioni di gas serra, quindi per uno sviluppo sostenibile, e l’altra per giungere ad un incremento delle esportazioni di gas dall’Algeria all’Italia e…