Marzia Capezzuti, i familiari a Chi l’ha visto/ “Non vogliamo che sia dimenticata”

Recentemente ci sarebbe stato un piccolo sviluppo nel caso, terribile, di Marzia Capezzuti. Dopo tre mesi dal ritrovamento del suo corpo nel casolare vicino a Salerno, ieri sono iniziate le rilevazioni della scientifica, su richiesta del professore Alessandro Santurro. A lui, entro due mesi, spetta depositare la relazione finale sui resti della donna e queste rilevazioni sarebbero funzionali proprio alla relazione. Lo spiega lo stesso Santurro, il gip che segue il caso di Marzia Capezzuti, ai microfoni di Chi l’ha visto, “stiamo effettuando tutti gli accertamenti necessari e non abbiamo altro da dichiarare”, sostiene lapidario.

I familiari di Marzia Capezzuti: “Non dimenticatela”

E sempre durante la diretta di Chi l’ha visto sono stati anche intervistati i parenti di Marzia Capezzuti. “Un giorno diventa come dieci, è pesante perché non abbiamo giustizia, è solamente sapere una notizia dopo l’altra di cose disumane. Sapere che chi le ha fatto del male ride, vive, va in giro, stanno vivendo la libertà, mentre noi viviamo la condanna che loro ci hanno dato. Ci stanno avvelenando perché siamo qui a ricordare una persona, una figlia, che sorrideva. Sono…