Martina Rossi, confermate in cassazione le condanne per gli imputati

Si chiude finalmente il capitolo sulla morte di Martina Rossi, la 20enne genovese deceduta il 3 agosto 2011 precipitando dalla terrazza del sesto piano dell’hotel ‘Santa Ana’ a Palma di Maiorca. Ad emettere la sentenza, i giudici della Quarta sezione penale della Corte di Cassazione che hanno dichiarato inammissibili i ricorsi dei due imputati. La sentenza è arrivata dopo quasi due ore di camera di consiglio. Confermate quindi le due condanne a 3 anni per Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, i due aretini condannati per tentata violenza sessuale di gruppo.

In primo grado, davanti al Tribunale di Arezzo, il 14 dicembre 2018, Vanneschi e l’amico Albertoni vennero condannati a 6 anni di reclusione per tentato stupro e morte in conseguenza di altro reato sulla giovane Martina Rossi. Il 9 giugno 2020 la Corte d’appello di Firenze li aveva poi assolti “perché il fatto non sussiste”. Ed eccoci arrivati al 21 gennaio scorso quando la cassazione stessa ha annullato la sentenza di assoluzione disponendo un nuovo processo per i due imputati.

L’appello bis a Firenze lo scorso 28 aprile si è concluso con la condanna a 3 anni di Vanneschi e Albertoni per tentata violenza sessuale di gruppo, essendosi prescritto l’altro reato. Per i giudici della Corte…