Marmolada, Zaia:«È venuto giù un enorme grattacielo di ghiaccio»- Corriere.it

di Cesare Zapperi

Per il presidente della Regione Veneto le cause della frana sono molteplici. E a chi denuncia la mano dell’uomo risponde: «Siamo di fronte a un evento imprevedibile»

«Noi non molliamo. Ai parenti dei dispersi l’ho detto: noi continuiamo a coltivare la speranza di recuperare ancora qualcuno vivo». Luca Zaia
parla a voce bassa. Il governatore veneto è reduce dall’incontro con i familiari delle vittime e di chi non si trova più insieme al presidente del Consiglio Mario Draghi. «Stiamo vivendo una tragedia immensa. Tanto eccezionale che era imprevedibile».

Che immagine ha impressa nella mente?
«Questa montagna immersa in un silenzio spettrale trasmette angoscia. È incredibile pensare che in pochi secondi abbia potuto travolgere e uccidere tante persone».

Tutti si chiedono: era davvero imprevedibile il distacco del ghiacciaio?
«Io non sono esperto, tantomeno un praticante, e non voglio unirmi alla gara che è già scattata. Prima erano tutti virologi ed ora son tutti glaciologi. Qui è evidente che le cause sono state molteplici».

Cosa intende?
«Di fronte ad una tragedia è sempre giusto porsi delle domande e provare a dare delle risposte. È evidente che nessuna escursione è a rischio zero, come qualsiasi attività, ed è…