Marlene Engelhorn, chi è l’ereditiera della Basf che rinuncia a oltre 4 miliardi di euro- Corriere.it

La giovane tra gli eredi della multinazionale tedesca Basf: ha annunciato che rinuncer al 90% dei milioni a cui ammonta il lascito quando la nonna Traudl Engelhorn-Vecchiatto non ci sar pi e distribuir il denaro per iniziative sociali

Pu sembrare strano, ma non facile essere gli eredi di una fortuna che deriva dalla lunga storia della Basf, la multinazionale tedesca che il maggiore gruppo chimico del mondo. Le ragioni per rifiutarla tutta, l’eredit, o in parte possono essere le pi diverse.

Marlene Engelhorn non ha ancora trent’anni ma ha gi fatto sapere che rinuncer al 90% dei milioni a cui ammonta la sua parte di lascito quando la nonna, Traudl Engelhorn-Vechiatto, 94 anni, non ci sar pi. Li distribuir per iniziative sociali.

La sua decisione ha sollevato una curiosit globale, decine e decine di articoli di giornale, interviste in televisione, social network affollati di commenti. Il suo motivo per rifiutare gran parte del denaro che Engelhorn ritiene che le eredit debbano essere tassate: probabilmente – ma questo non lo ha precisato – al 90%.

Due anni fa, la nonna Traudl ha rivelato alla famiglia il suo testamento. Molta ricchezza da distribuire: secondo la rivista Forbes, che fa i conti in tasca a tutti i molto ricchi, si tratta di un valore di 4,2 miliardi di…