Maria Herrera in pista con tre meccaniche, una telemetrista e la team manager- Corriere.it

di Paolo Lorenzi

L’Angeluss MTA vuol far crescere la presenza di donne nel motomondiale. La team manager Aurora Angelucci: «Basta gare a parte, correndo con gli uomini devi alzare sempre un po’ l’asticella»

Con la sua lunga treccia nera che sfugge dal casco Maria Herrera ha già conquistato le simpatie del pubblico che segue il Mondiale di Moto 3. Spagnola di Oropesa, 28 anni, nel Motomondiale dal 2013 (attualmente impegnata in Classe E, per moto elettriche) è il testimonial del team Angeluss MTA che ad Aragon porta in pista in questo week end una squadra tutta al femminile.

Oltre a Maria, tre meccaniche, una telemetrista e la team manager Aurora Angelucci, ideatrice del progetto. «L’obiettivo è quello di avere un team di sole donne in MotoGP e questa wild card è il primo passo — ha spiegato Aurora al quotidiano sportivo spagnolo Marca—. Vogliamo aumentare il numero di donne che lavorano nel paddock ed esserci è già una dimostrazione in questo senso». Una sola uscita, per ora, con l’obiettivo di far crescere la presenza delle donne nella gare del Motomondiale.

Maria Herrera, che ha corso tre stagioni intere in Moto 3, tra il 2015 e il 2017, dopo il debutto nel 2013, nel gran premio di Aragon affianca in pista Ana Carrasco, al momento l’unica…