Marcello Pera: “Sì alla Bicamerale con Calenda vicepresidente”

Parla l’ex presidente del Senato, eletto con Fratelli d’Italia. “Servono riforme condivise, le opposizione facciano la loro parte. Meloni? Sarà una leader moderata. Dai nostri alleati internazionali nessuna ostilità verso di lei”

Certo che la Bicamerale è un’idea percorribile. La vera domanda però va rivolta all’opposizione: ci state a discutere serenamente con noi di riforme, a disegnarle insieme?”. Il prof. Marcello Pera è tra i più autorevoli neoeletti in Parlamento, nelle file di Fratelli d’Italia, a maneggiare l’argomento. Ex presidente del Senato, ha chiaro il percorso, spesso tortuoso, per riformare la Costituzione. “Il semipresidenzialismo? Nulla di eversivo. Basterebbe prendere spunto dal lavoro della commissione D’Alema che lo approvò nel ‘97”. Anche la replica di quello schema lo convince: Carlo Calenda sarebbe perfetto come vicepresidente della nuova commissione? “Assolutamente sì”, sostiene Pera. “Però lo stesso leader di Azione la smetta, per favore, di dire che il semipresidenzialismo è una fesseria”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti…