Mara Maionchi/ “Gianna Nannini? Raccomandata. Tiziano Ferro non sapeva scrivere”

Mara Maionchi è stata ospite dell’ultima puntata di “Venus club”. Per il finale di stagione del programma di Lorella Boccia, la discografica e Iva Zanicchi hanno lasciato i panni di opinioniste per venire intervistate dalla ballerina. Nella lunga chiacchierata Mara Maionchi ha rivelato alcuni segreti dei talenti che ha scoperto nella sua lunga carriera nella musica. La discografica ha ricordato il suo primo incontro con Gianna Nannini: “Venne da me con una raccomandazione di uno importante di Siena e io pensai ‘mamma mia, che pa**e la solita raccomandata’ e invece questa ragazza si siede al pianoforte per farmi sentire una sua composizione… devo dire che la composizione era terribile, ma lei aveva questa timbrica di voce e un modo di suonare che non era tradizionale”. La Maionchi rimase colpita dall’emotività e dal mondo di comunicare della rocker di Siena, convinta che con le giuste canzoni avrebbe potuto fare strada: “La presi alla Ricordi, fece due dischi di una bruttezza unica, terribili, ma doveva scaricare questa sua necessità di scrivere, poi trovammo il giusto gruppo di lavoro e nacque l’album ‘America’ che fu un grande successo”.

Mara Maionchi:…