maggioranza di indipendenti (con Marcegaglia e Andrea Guerra)- Corriere.it

Generali va avanti sulla lista del consiglio. Marted sera il board in una seduta-fiume durata otto ore ha vagliato la rosa di candidabili, una trentina di nomi in una long list che andr ridotta da qui a met marzo, in vista dell’assemblea del 29 aprile che deve rinnovare i vertici del Leone. I criteri di selezione sono ampi: internazionalit, diversit, mix di competenze, parziale continuit con il board uscente, maggioranza di indipendenti; tra i nomi in lizza ci sarebbero quelli dello stesso Galateri — sebbene al quarto mandato perda il requisito dell’indipendenza — degli attuali consiglieri Diva Moriani, Ines Mazzilli, Clemente Rebecchini, Antonella Mei-Pochtler, Lorenzo Pellicioli ma anche potenziali presidenti esterni, come Emma Marcegaglia, oltre al ceo Philippe Donnet da riconfermare per un terzo mandato. Ieri circolato anche il nome di Andrea Guerra, gi ceo di Luxottica e alla guida di Lvmh hospitality.

La risposta alle critiche di Caltagirone e Bardin

La riunione stata intensa anche perch sono state affrontate le polemiche dimissioni dal consiglio di Francesco Gaetano Caltagirone e da Romolo Bardin, affidate a lettere in cui motivano la loro uscita dal board. Il consiglio, a maggioranza, ha respinto categoricamente le motivazioni addotte nelle…