Made in Sussex, Harry e Meghan e il business dei principi del «varietà»- Corriere.it

di Luigi Ippolito

Impegni umanitari? Oltre la met delle loro aziende registrate negli Usa ha come focus l’intrattenimento

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE LONDRA Sono i principi del variet: Harry e Meghan si sono lanciati a capofitto nello showbusiness, alla ricerca di quella indipendenza finanziaria che era stata citata fin dall’inizio come una delle ragioni della rottura con la famiglia reale. I giornali inglesi sono andati a esaminare le 11 aziende che la scorsa settimana i duchi di Sussex hanno registrato nel Delaware, il piccolo Stato americano che una specie di paradiso fiscale domestico: e hanno scoperto che oltre la met hanno come ragione sociale l’intrattenimento.

Non che si tratti di una svolta clamorosa: la coppia ha gi stipulato un contratto da 100 milioni di dollari con Netflix e un altro per ulteriori decine di milioni con Spotify. In particolare, Meghan sta lavorando a un cartone animato per il gigante dello streaming che parla di una bambina di 12 anni, Perla, che impara a fare un passo nel proprio potere quando intraprende un’eroica avventura e incontra sul suo cammino donne importanti della storia (velato riferimento autobiografico?). La coppia produrr anche una serie di podcast per Spotify, ma intanto si era gi distinta l’anno scorso per…