Mad for Science: il tessuto con gli scarti della mensa, premiati gli studenti del riciclo

Quando “La passione per la scienza fila veloce” viene lanciata una sfida globale in nome della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile a 360 gradi. Sfida vinta dagli studenti del Liceo scientifico Valsalice di Torino che sono arrivati primi alla quinta edizione del Concorso nazionale Mad for Science 2021, promosso dalla Fondazione DiaSorin. Il loro progetto, intitolato come la frase su indicata, è arrivato sul podio e si è aggiudicato il premio di 75mila euro. Somma che sarà utilizzata per implementare, a partire dall’anno scolastico in corso, il biolaboratorio dell’istituto sabaudo che ha partecipato alla quinta edizione della competizione insieme ad altri sette licei giunti alla finale dopo una serie di severe valutazioni che hanno scremato il numero iniziale dei partecipanti, 160 da ogni parte d’Italia. Per aggiudicarsi una parte del montepremi complessivo di 177.500 euro,  

 

Tutti si son dovuti confrontare sul tema “Rigenerare il futuro” elaborando una serie di esperienze didattiche legate agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu, filo conduttore dell’edizione di quest’anno che segna la ripartenza dopo la fase emergenziale della pandemia da Covid-19: dall’Innovazione legata alle biotecnologie a Riciclo, rifiuti,…