ma il welfare italiano può tenere- Corriere.it

La sostenibilit del sistema previdenziale italiano, con particolare riferimento alle pensioni, non pu prescindere dalla sostenibilit del sistema Italia, a sua volta condizionata dal debito pubblico e dal suo rapporto con la ricchezza annuale prodotta. Ebbene, il decimo Rapporto sul bilancio del sistema previdenziale italiano che verr presentato alla Camera dei deputati il prossimo 18 gennaio parte dal ricordare l’evoluzione del debito: a fine 2019, prima della pandemia, era pari a 2 mila 409,9 miliardi (134,7% del Pil) rispetto ai 1.632 (102% del Pil) del 2008; in soli 11 anni nonostante l’austerity della matrigna Europa (cos la definirono tutti i partiti e le parti sociali) sono stati accumulati ben 777 miliardi di nuovo debito con un incremento del 47%; pandemia, reddito di cittadinanza, superbonus, Quota 100, salvaguardie pensionistiche del triennio Conte (2018/20) hanno portato il debito a fine 2020 a 2 mila 573,5 miliardi (+163,6 miliardi e 157% del Pil).

I numeri

A fine 2021, pur a fronte di una crescita del Pil del 7,2% e un aumento dell’occupazione di 550 mila persone, il debito raggiunge i 2 mila 678,4 miliardi di euro con un incremento di circa 104,9 miliardi in 12 mesi, (150,8% del Pil). A fine 2022 saremo a 2 mila 775 (altri 96 miliardi) nonostante il…