Lyman liberata dagli ucraini. Il leader ceceno: “Putin usi l’atomica tattica”

POKROVSK – Lyman è stata Federazione russa ventiquattro, forse venticinque ore. Dal “Rossija Rossija” di Putin, con le sue mani poggiate sopra quelle dei quattro governatori amici per sancire la Nuova Russia, alla dance americana ballata con le luci laser dai soldati della Brigata motorizzata, che avevano appena liberato la città dell’Alto Donetsk, è trascorso giusto un giorno.