loro esultano per social down, lui li sbeffeggia

News

Nuovo capitolo della guerra tra il rapper e l’associazione dei consumatori, che prosegue nella guerra contro gli influencer

Che tra Fedez e il Codacons non scorra buon sangue è risaputo, così ieri c’è stato l’ennesimo scontro a distanza fra i due. A scatenare il nuovo botta e risposta è stato il social down di ieri: Facebook, Instagram e Whatsapp hanno smesso di funzionare per circa 7 ore, un tempo lunghissimo che è stato apprezzato da molti ma condannato da altri. A creare più problemi è stato il down di Whatsapp, servizio di messaggistica molto usato, e ha spinto molti su Telegram. Tanti in realtà hanno anche rispolverato i cari e vecchi SMS. Insomma non è stato del tutto impossibile comunicare in quelle ore, sebbene Whatsapp sia l’app più diffusa e immediata per chattare ormai.

Qualche ora di pausa da Facebook e Instagram invece per molti è stato un bene, visto che per forza di cose si doveva staccare la spina dai social per un po’. Anche il Codacons è per certi versi d’accordo con questa tesi, ma per motivi leggermente diversi. Nell’esprimere felicità per il social down, il Codacons ha festeggiato non tanto per la possibilità di prendersi una pausa da Facebook e Instagram quanto per il silenzio…