lo stato chiede alle società di assicurazioni di sostenere un QE dei titoli pubblici

 

 

Secondo Bloomberg, le autorità di regolamentazione cinesi hanno chiesto alle maggiori società di  assicurazione del Paese di acquistare le obbligazioni vendute dai clienti al dettaglio alla ricerca di investimenti migliori. Nel corso di una riunione tenutasi mercoledì, le autorità di regolamentazione cinesi hanno chiesto alle principali compagnie assicurative di fare da “backstop” al mercato e di acquistare le obbligazioni vendute dalle unità di gestione patrimoniale delle banche per evitare un’ulteriore volatilità. Alcune banche hanno anche proposto di utilizzare i loro desk di trading proprietario per fare incetta di obbligazioni, ha detto una fonte. Quindi lo stato cinese sta facendo un QE tramite le società di assicurazione.

Naturalmente, in Cina, dove praticamente ogni grande impresa finanziaria è semi pubblica, non esistono “grandi assicuratori indipendenti”: sono tutti essenzialmente entità governative, che si allontanano solo di un passo dall’apparato statale ufficiale per preservare una parvenza di mercato privato (con caratteristiche statali). Ma in fin dei conti, ciò che le autorità di regolamentazione hanno appena dato il via libera non è altro che il QE, e per di più, a differenza degli Stati Uniti, dove almeno…