l’Italia non è coinvolta- Corriere.it

di Marco Galluzzo

Colloquio tra il segretario di Stato e il premier, che ha chiesto chiarezza. L’invito di Washington: resistiamo agli sforzi del Cremlino per dividerci

stato Mario Draghi a cercare il segretario di Stato americano Antony J. Blinken. Gli uffici di Palazzo Chigi hanno chiesto un contatto fra i due nel pomeriggio di mercoled e di notte c’ stata la telefonata richiesta dal nostro governo.

Ne ha dato notizia il Dipartimento di Stato americano, ma senza enfatizzare il reale motivo del confronto: il nostro capo del governo ha chiesto a Blinken, che ha diffuso il rapporto sui 300 milioni di dollari spesi dai russi, un elemento di chiarezza sul nostro Paese. La risposta di Blinken stata netta: l’Italia non fa parte del rapporto, non coinvolta in questo allarme lanciato dagli americani.

Nella telefonata con Draghi, il segretario di Stato americano ha ringraziato il premier italiano per la sua guida esemplare in uno dei periodi pi difficili della storia recente e per il forte sostegno dell’Italia all’Ucraina, ha sottolineato l’importanza di mantenere la solidariet e la resilienza di fronte agli sforzi della Russia per utilizzare l’energia e altri mezzi per dividere i paesi che sostengono l’Ucraina. Blinken ha anche rimarcato l’impegno…