L’Italia di Draghi? È in sicurezza. Parla il ministro Cingolani

E’ in moto, Roberto Cingolani, e la conversazione viene e va. Ministro, sta scappando? “No, prendo aria”. Si prepara al dopo? “Mi preparo all’estate”. E dopo l’estate?  “Mi preparo al dopo estate”. E dopo l’estate? “Scusi, c’è una galleria”. Clic. Riproviamo. Ministro, si è messo in fuga? “Ci sono”. Cosa c’è per Cingolani dopo l’estate? “C’è il dopo estate”. Ministro, divaga? “Come tutti i ministri che avevano un lavoro importante prima di andare al governo sono diligentemente in cerca di opportunità. In Italia funziona così: fai un lavoro importante, vai al governo a servire il tuo paese, finisce il governo e devi giustamente occuparti anche della tua vita.  Me ne sto occupando”. Si sta occupando anche della vostra eredità? “Oddio, quale?”. Quella del vostro governo. “Certo”. Ne parliamo? “D’accordo, proviamo”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani…