L’Iran: “Mahsa Amini è morta di malattia non di botte”

La morte della ventiduenne curda Mahsa Amini, deceduta dopo essere finita in coma mentre era sotto custodia della “polizia morale” iraniana, sarebbe legata a malattie pregresse e non è stata causata da percosse. E’ quanto risulta da un referto medico diffuso dall’organizzazione di medicina legale iraniana.

Secondo il rapporto, reso pubblico dalla televisione di Stato, “la morte di Mahsa Amini non è stata causata da colpi alla testa e agli organi vitali”, ma è stata correlata a “un intervento chirurgico per un tumore al cervello all’età di 8 anni”.

Nella nota si sostiene che Masha avesse un “disturbo importante dell’asse ipotalamo-ipofisario per il quale era stata trattata con idrocortisone, levotiroxina…