l’ipotesi che non piace agli ospedalieri- Corriere.it

Medici in pensione a 72 invece che a 70. Scoppia la polemica su alcuni emendamenti della maggioranza che potrebbero trovar spazio nel decreto Milleproroghe. Rispunta infatti l’ipotesi, già bocciata in legge di Bilancio, di alzare l’età della pensione per il personale medico. Un modo per far fronte alla carenza di medici in corsia, consentire nel frattempo l’incremento dei laureati in medicina e chirurgia con le relative specializzazioni e garantire continuità nell’erogazione dei servizi sanitari negli ospedali. Nel dettaglio si parla dell’aumento a 72 anni dell’età pensionabile dei medici convenzionati e dipendenti, ospedalieri e universitari. Categorie che oggi possono lasciare il lavoro solo a 67 anni, elevabili a 70 su richiesta del lavoratore.

I sindacati contrari

«Una proposta indecente, un colpo di mano in una sede legislativa inappropriata, un regalo a potenti lobby universitarie, con il pretesto della grave carenza di medici». Questo il commento dell’intersindacale della dirigenza medica, sanitaria, veterinaria composta dalle sigle Anaao Assomed, Cimo-Fesmed, Aaroi-Emac, Fassid, Fp Cgil medici e dirigenti Ssn, Fvm e Cisl medici. I sindacati ricordano poi come l’ultimo rapporto Ocse 2022 ponga l’Italia al primo posto in Europa per…