L’ex compagna di Andrea Bonafede, alter ego di Messina Denaro: «Non sapevo nulla»- Corriere.it

di Fabrizio Caccia

Rosa Leone si dice sconvolta dopo aver scoperto che il suo uomo «ha prestato» l’identità al boss Matteo Messina Denaro: «Le telecamere fuori casa nostra? Per i vandali»

DAL NOSTRO INVIATO

CASTELVETRANO (TRAPANI) — Rosa Leone è sull’uscio di casa, ha sentito arrivare una macchina nella strada stretta, così d’istinto ha aperto la porta, forse pensava che fosse lui: Andrea Bonafede. Questa non è un’intervista, è lo sfogo di una donna che racconta di essere in frantumi, l’incontro con una persona incredula, spaventata, ancora sotto shock dal giorno dell’arresto di Matteo Messina Denaro, il boss di Cosa nostra che lunedì a Palermo aveva in tasca la carta d’identità dell’uomo che era convinta di conoscere. «Mi è esplosa una bomba in casa», dice appena ci presentiamo. Lo ripeterà più volte.

Buongiorno signora, lei è la moglie del vero Andrea Bonafede?

«In realtà io sono la sua compagna da 11 anni, l’ex moglie si chiama Antonella Leone, abbiamo lo stesso cognome ma non siamo imparentate. Adesso però l’ho lasciato, ho chiuso con lui, non voglio saperne più niente».

Come, scusi?

«L’ho lasciato appena ho saputo, io non mi ero accorta di nulla, Andrea mi ha nascosto tutto».

Possibile che lei dopo 11 anni di…