Letta vede Renzi, poi sente Salvini. Presto l’incontro per il Colle

I due ex premier si incontrano di buon mattino a Palazzo Giustiniani. La scelta di accelerare. E così il segretario del Pd e quello della Lega hanno concordato un vertice a brevissimo. Il leader del Carroccio preme perché l’incontro sia al più presto

L’incontro per convincerlo. E, convincendolo, convincersi che sì, è quella l’unica strada. La strada che porta a Mario Draghi. Per questo, insomma, Enrico Letta ha fissato in agenda un incontro che forse potrebbe rivelarsi decisivo: quello con Matteo Salvini. “Avverrà, avverrà”, spiegano leghisti d’alto rango. “Nelle prossime ore potrebbero vedersi”, confermano al Nazareno. 

Un’accelerazione segnata anche da un altro faccia a faccia. Quello tra Letta e Matteo Renzi. I due migliori nemici che si rivedono alla vigilia della più decisiva delle scadenze. La colazione di lavoro è avvenuta a Palazzo Giustianiani, nell’ufficio del senatore di Scandicci: lo stesso che stamane, in un’intervista alla Stampa, ha spiegato che l’idea di bruciare Draghi nel segreto dell’urna sarebbe una follia che nessuno può permettersi di considerare. E siccome il trasferimento del premier al Quirinale va accompagnato a un solido accordo politico su ciò che dovrà accadere dopo, meglio accelerare i tempi, per capire…