Letta a casa di Conte per sostenere Draghi. Ma intanto Pd e M5s si spaccano alla Camera

Il vertice dei leader rossogialli. Il segretario del Pd prova a vincere le resistente di Speranza e Conte intorno all'”opzione Super Mario”. Intanto a Montecitorio i grillini seguono il centrodestra sul diritto di voto ai positivi, e il centrosinistra va in tilt. L’ira di Palazzo Chigi

Hanno scelto la casa di Giuseppe Conte, segno che a tenerlo riservato, l’incontro, c’hanno provato davvero. Non il palazzo dei gruppi di Montecitorio. Non il Nazareno e neppure gli uffici dell’Arel, il quartier generale di Enrico Letta a due passi dal Senato. Meglio la discrezione – presunta, forse perfino esibita – di via della Fontanella Borghese, il palazzo signorile dove il capo del M5s vive insieme alla sua compagna Olivia Paladino. E’ lì, insomma, che i grandi capi del campo progressista hanno stabilito il loro sancta sanctorum di giornata. 

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web…