Lega, «assemblea permanente» Salvini sente Giorgetti: noi uniti- Corriere.it

di Marco Cremonesi

La linea dell’estate di «riflessione». Telefonata con Berlusconi, asse anti cannabis e ius scholae

Ostruzionismo «come la peggiore opposizione», «barricate», le «proveremo tutte». La Lega si prepara a boicottare «in ogni modo possibile» cannabis e ius scholae, i provvedimenti del «campo largo» che martedì dovrebbero arrivare alla Camera. Matteo Salvini, nel nuovo assetto di «leader d’ascolto» che si è autoimposto, questa mattina ha convocato i deputati per la seconda volta nel giro di un paio di settimane: per «stringere i bulloni» in vista della battaglia parlamentare, anche se poi è difficile che ci siano i tempi per un rapido passaggio in Senato.

Ma attenzione: nonostante «l’assemblea permanente» nel partito nessuno, ma proprio nessuno, parla di ritirare il sostegno al governo qualora il voto andasse come si annuncia. Certo, il sentimento è quello enunciato da un deputato: «Se l’idea è che quando ci sono i numeri un provvedimento lo si approva alla faccia degli altri, forse è meglio che facciano da soli».

E l’irritazione si manifesta anche nei confronti di Mario Draghi, che sui due temi non avrebbe esercitato una moral suasion nei confronti del «campo largo» (i leghisti ormai non parlano più di Pd e…