le prime mosse del governo Meloni- Corriere.it

Il nodo flat tax

Sul fisco il governo si presenta all’appuntamento appesantito dalle molte promesse fatte in campagna elettorale, che certamente non potranno essere mantenute con la prima manovra, che sar appunto in buona parte assorbita dai provvedimenti di carattere emergenziale. Qualche segnale, per, l’esecutivo dovr darlo. Fratelli d’Italia spinge sulla sua proposta di flat tax incrementale: tassare cio con un’aliquota forfettaria del 15% solo i redditi in pi dichiarati rispetto agli anni precedenti. Una misura che, secondo i tecnici del partito, si finanzierebbe in buona parte da s, attraverso l’emersione di base imponibile.
La Lega ha invece come priorit l’estensione della flat tax del 15% sulle partite Iva, che ora riguarda autonomi e professionisti con ricavi fino a 65 mila euro e che il Carroccio vorrebbe a aumentare a 100 mila (anche a costo di portare l’aliquota al 20%), per un onere di circa 1,1 miliardi l’anno.
Ma il prossimo governo avr come prima problema quello di trovare invece 4 miliardi e mezzo per finanziare anche nel 2023 il mini taglio del cuneo fiscale deciso da Draghi per il 2022 sulle retribuzioni fino a 35mila euro lordi.

Stretta sul Reddito di cittadinanza

Altre risorse potrebbero arrivare tagliando la spesa pubblica. Si pu…