le 5 chiamate a Caccamo

Franco Battiato, il film Rai 1 “Il coraggio di essere Franco”: commento live

Daniela Sangiorgio, amica di Franco, racconta che a Sanremo con Luca Madonia non aveva voglia di apparire: “Ci stava anche bene su quel palco, arrivava con questa bella figura, con questa voce”, ma non aveva voglia di essere protagonista e per questo arrivò sul palco pochi istanti prima di cantare. Giovanni Caccamo, poi, racconta: “Trovai cinque chiamate anonime e un messaggio in segreteria, era Battiato che mi diceva che il mio cd gli piaceva. Una volta mi disse: ‘Hai solo una strada per rimanere un uomo libero. Scardinare l’arte dal fine. Prima di iniziare a scrivere un disco chiediti cosa può farti innamorare ancora’. Io oggi sono quello che sono grazie a quello che Battiato, insieme a mia madre, mi ha consegnato”.

Il ricordo di Alice e Morgan

Alice ricorda la conoscenza con Franco Battiato: “Ci siamo conosciuti nel ’79. Volevo sapere se quello che stavo scrivendo avesse un senso e gli ho consegnato la mia cassettina con i miei pezzi registrati. Così ci siamo rivisti dopo una settimana e mi disse: “Continua a scrivere, ci vediamo tra un anno e facciamo un disco insieme….