«Lavoro con la mental coach di Jacobs»- Corriere.it

di Pierfrancesco Catucci

Il nuovo libero di Siena e la ricerca di s stesso attraverso i cammini, i libri e la musica: Mi definisco un coltivatore di lentezza. partito da Greve in Chianti ed arrivato a piazza del Campo

Lorenzo Bonami si definisce un coltivatore di lentezza. Una definizione che nasce anche dalla recente collaborazione con Nicoletta Romanazzi, la mental coach che ha accompagnato, tra gli altri, Marcell Jacobs all’oro olimpico nei 100 metri. Bonami un giocatore di pallavolo e nella prossima stagione sar il libero dell’Emma Villas Aubay Siena, in Superlega. A 28 anni avr la possibilit di tornare nella sua Toscana, dove ha assaggiato per la prima volta l’alto livello a Santa Croce, ma dove non ha mai giocato nella massima serie. E per arrivarci, ha preferito prendersi tutto il tempo del mondo. partito da Greve in Chianti, nell’hinterland fiorentino, e si messo in cammino lungo via Chiantigiana, fino a piazza del Campo, nel cuore di Siena.

Il mio ingaggio da parte di Siena stato formalizzato a pochi minuti dalla chiusura del mercato (nelle ultime tre stagioni ha giocato a Verona, sempre in Superlega, ndr) e volevo calarmi in questa nuova realt con calma, per avere tutto il tempo di riflettere sulla squadra che avrei trovato, sui nuovi compagni…