Lavoro, 2 aziende su 3 irregolari dopo i controlli di Inl, Inps e Inail- Corriere.it

Pi controlli, pi irregolarit alla luce del sole. La relazione annuale dell’Ispettorato del lavoro sull’attivit dell’anno passato mostra un quadro a tinte fosche per il mondo del lavoro in Italia. Su 62.710 ispezioni realizzate nelle aziende dall’Ispettorato (Inl) nel 2021 pi del 62% del campione risultato irregolare. Ma, se si considerano i controlli effettuati globalmente insieme a Inps e Inail, pari a 84.679, la percentuale delle imprese irregolari sale al 69%.

Nel documento si spiega che l’aumento dei controlli (+9,7%) ha avuto un notevole effetto di trascinamento verso l’alto delle ispezioni in materia previdenziale (+14%) e in materia assicurativa (+33%). Gli indici di irregolarit pi elevati, viene indicato, si riscontrano nell’edilizia e nel terziario laddove, in particolare, si rileva un tasso di irregolarit notevole nelle attivit dei servizi di alloggio e ristorazione, trasporto e magazzinaggio, ma soprattutto nei servizi a supporto delle imprese, dove gli indici di irregolarit sono riconducibili, in primo luogo, ad esternalizzazioni e interposizioni illecite. Dice il direttore dell’Ispettorato, Giordano Bruno: Il tema del lavoro sommerso, della sicurezza del lavoro, delle tutele del lavoro costituisce il principale campo di attivit…