Laura Ziliani, uccisa per l’eredità?/ “Voleva tutelare la figlia Lucia, ma Mirto…”

Il caso di Laura Ziliani è tornato al centro di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, nella mattinata di oggi, martedì 19 ottobre 2021. Il focus odierno ha riguardato il patrimonio economico dell’ex vigilessa, che consta di 25 immobili (23 dei quali distribuiti in quota alle tre figlie) e 11 terreni, tutti ubicati sui territori appartenenti ai Comuni di Brescia, Concesio, Malonno e Temù.

In particolare, nella ricostruzione effettuata dall’inviato Maurizio Licordari, Ziliani pensava di destinare l’eredità a una delle tre figlie, la più fragile di loro, Lucia. La mamma voleva garantirle qualcosa di più, visti i suoi problemi di salute. Tuttavia, “Mirto, Paola e Silvia puntavano a gestire le proprietà, ma temevano di essere esclusi dall’eredità”, secondo quanto affermato dal giornalista. Non solo: ci sarebbe una conversazione risalente al 16 aprile, effettuata da Laura con un’amica durante una camminata in montagna, nella quale le avrebbe confidato la volontà di lasciare una quota maggiore di beni alla figlia Lucia, per tutelarne il futuro. Questo dialogo sarebbe quindi proseguito in una chat di gruppo…