«Lascerei lavorare Draghi, sbagliato tirarlo per la giacchetta»- Corriere.it

di Emanuele Buzzi

Il presidente M5S: «Lavoreremo perché la legislatura in corso arrivi alla scadenza naturale». Poi sul Movimento: «Ha qualche incertezza, ma si ricompatterà»

Il futuro del Movimento, ma anche i rapporti con Beppe Grillo e le scelte per il Quirinale: Giuseppe Conte traccia l’orizzonte dei Cinque Stelle nel corso di una intervista con il vice direttore Venanzio Postiglione per Corriere.it.

Il governo

«Lascerei Draghi lavorare», dice il presidente M5s, che aggiunge: «Sbagliato prendere per la giacchetta il presidente del Consiglio un giorno sì e l’altro pure». Il leader del Movimento loda l’operato del governo sulla campagna vaccinale. E assicura: «Non sono un aruspice, ma lavoreremo perché la legislatura in corso arrivi alla scadenza naturale. È un’anomalia che si debba interrompere una legislatura e che i governi in Italia durino così poco».

Il Quirinale

Sul futuro capo dello Stato Conte apre a un dialogo ampio, che vada oltre gli schieramenti e ele coalizioni. Per il Colle serve «un confronto fra gruppi, e per quando ci può essere tra un’area progressista e una di destra. Quando si ragiona di una figura che rappresenta l’unità del Paese serve uno sforzo e uscire da uno steccato, da un’area, e dialogare anche con le…