L’Arcivescovo di Canterbury visita Kiev e denuncia “l’invasione illegale ingiusta e brutale della Russia”

LONDRA. Mentre si moltiplicano gli appelli per un viaggio di Papa Francesco a Kiev in nome della pace, l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby non ci ha pensato due volte e ieri pomeriggio si è recato a sorpresa in visita nella capitale ucraina. Arrivato sul posto con un treno notturno dall’est Europa (“come in un romanzo di Le Carrè”, ha commentato con i suoi assistenti), il leader della Chiesa di Inghilterra ha usato parole forti e significative, lodando il “coraggio straordinario” degli ucraini e mostrando loro tutta la sua solidarietà contro quella che ha chiamato, senza alcuna esitazione, “l’invasione illegale, ingiusta e brutale della Russia”.