«L’amore è la forza che mi tiene in piedi»- Corriere.it

di Gaia Piccardi

La campionessa di sci che un anno fa perse il fratello Jacopo, finito sotto una valanga, ha una nuova relazione. Lui si chiama Michele Barbiero fa la guida alpina. Deborah: «Credo ciecamente in questo sentimento»

L’amore inveterato per la famiglia, se possibile cresciuto dopo la scomparsa del fratello Jacopo — un anno fa — sotto una valanga: mamma Adele, papà Giorgio e Yuri, il maggiore che gestisce l’albergo Baita Fiorita a Santa Caterina Valfurva, in Valtellina, al centro del paese in cui Don Giovanni, il parroco, suonava le campane per i suoi successi. L’amore totale per i figli avuti nei tredici anni di matrimonio con Alessandro Benetton: Agnese, Tobias e Luce, ormai grandi e destinati a studi all’estero, i primi due negli Stati Uniti e la piccola a Londra. E, da qualche mese, un nuovo amore gelosamente custodito fin qui, l’uomo con cui Deborah Compagnoni, la campionessa che negli anni ‘90 insieme ad Alberto Tomba ha insegnato a sciare all’Italia, sente di essere tornata a casa, tra le montagne. «Nell’amore credo ancora ciecamente — ha detto Deborah, 52 anni, tre ori olimpici, tre mondiali più tutto il resto, al Corriere —. È la forza che mi tiene in piedi e mi fa andare avanti». Si chiama Michele Barbiero, è veneto del…