L’America Latina di Elio Germano, Denzel Washington e la tragedia di Macbeth, Sophie Marceau dice addio a pap, Will Smith conquista il tennis con Serena e Venus, i nuovi delitti del BarLume: i film nei cinema, su Sky, Netflix, Prime e le altre piattaforme

Le definizioni lasciano il tempo che trovano, soprattutto al cinema. Ma che cos’ esattamente America Latina, dove, va detto subito, il termine Latina non indica il Sudamerica ma la citt laziale delle paludi pontine? Uno scavo kafkiano su un uomo perbene messo alle strette da un avvenimento inaspettato, oltre ogni logica? Un thriller psico-sociale sullo stile di Favolacce? Un incubo sulla dissociazione, la paranoia, e quindi l’orrore degno di David Lynch? Il cinema dei gemelli D’Innocenzo, comunque lo si voglia giudicare, coerenza e coraggio, senza sconti e scorciatoie. Analisi della zona grigia, del lato oscuro e ignorato che sta dentro di noi. Viaggio nella terra di mezzo del disagio e della disperazione attraverso il ritratto di un uomo apparentemente appagato, per fragile, vicino alla nevrosi.
Un uomo che si sforza di essere felice secondo un punto di vista comune, in realt schiacciato tra l’immagine a cui dovrebbe corrispondere e quel che sente di essere. Lo sguardo della cinepresa coincide con quello di Massimo Sisti, dentista arricchito, titolare di un avviato studio, proprietario di un villone con piscina, con un padre che non lo ama e sempre in cerca di soldi, una moglie devota, Alessandra, e due figlie bionde e beneducate: l’adolescente Laura e la piccola…