L’aiuto turco per aggirare le sanzioni a Putin. I sospetti di triangolazioni- Corriere.it

di Federico Fubini

Un esame incrociato dei dati degli scambi verso la Russia suggerisce che su questa rotta hanno luogo triangolazioni massicce volte ad aggirare le sanzioni

Sono venti i Paesi attraverso i quali la Russia riesce ad aggirare le sanzioni imposte dai governi democratici dall’inizio della guerra. Fra questi la Turchia, la Cina e gli Emirati Arabi Uniti, oltre a varie repubbliche ex sovietiche che dall’inizio sono state al centro dei sospetti: la lista include Kazakistan, Kirghizistan, Armenia e persino la Georgia, dove la Russia ha sferrato un’aggressione militare nel 2008 e, all’inizio del conflitto in febbraio, decine di migliaia di persone sono scese in piazza a sostegno dell’Ucraina.

Si tratta di una realt che molte imprese italiane probabilmente conoscono gi: un’occhiata ai flussi commerciali rivela indizi evidenti che, nel giro di pochi mesi, soprattutto la Turchia progressivamente diventata una piattaforma attraverso la quale numerosi esportatori del made in Italy continuano a rifornire la Russia su larghissima scala, anche quando la pratica sarebbe illegale.

Ma andiamo con ordine. I casi internazionali di aggiramento delle sanzioni attraverso quei venti Paesi sarebbero centinaia. Saranno al centro di un rapporto in uscita tra non…