«L’aio» del giovane Donizetti, all’opera i trentenni insicuri- Corriere.it

di Giuseppina Manin

«L’aio nell’imbarazzo», uno dei primi successi del celebre operista, è una delle tre opere in cartellone al Festival Donizetti insieme a «Chiara e Serafina » e «La favorite»

Il primo flop e il primo successo. Capita ai giovani. È capitato al giovane Donizetti, protagonista dell’ottava edizione del Festival a lui intitolato, a Bergamo. Gaetano, fresco talento di due secoli fa, che strizza l’occhio ai giovani di oggi. «In realtà non così diversi da quelli di allora» sorride il direttore artistico Francesco Micheli, anche regista di una delle tre opere del cartellone,L’aio nell’imbarazzo
, che valse al 27enne compositore la prima medaglia. «Applauditissima al Valle di Roma, lo risarcì del tonfo alla Scala di due anni prima con “Chiara e Serafina”, che ora riproponiamo (regista Gianluca Falaschi, direttore Sesto Quatrini) in coproduzione con l’Accademia della Scala per rimediare al torto di 200 anni fa».

Terzo appuntamento, La favorite, occasione per la regista Valentina Carrasco di riflettere sulle «favorite» di oggi, protagonisti Annalisa Stroppa e Javier Camarena, sul podio Riccardo Frizza, direttore musicale del festival. «In tutti e tre i titoli — riprende Micheli — i protagonisti sono dei giovani che tentano di…