la verità nel suo cellulare, intanto i suoi genitori…

Il caso della scomparsa di Gaia Randazzo: la verità potrebbe essere nel suo cellulare, intanto i suoi genitori chiariscono dei dettagli importanti.

foto dai social

Quando una persona sparisce nel nulla e di lei non si ha nessuna traccia per venti giorni, si teme sempre il peggio. Spesso passano mesi e poi anni, senza che di lei si abbiano notizie. Nel caso di Gaia Randazzo, col passare dei giorni, nei suoi genitori sembra esserci una sola certezza: la figlia non può essersi uccisa. La sua scomparsa è avvolta nel più totale mistero.

Mistero che comincia la notte tra il 10 e l’11 novembre scorso, quando le sue tracce si perdono sul traghetto Genova-Palermo. La 20enne vive coi suoi familiari, mamma e papà, con fratello minore di 16 anni, in provincia di Cremona. Le sue origini sono però siciliane e proprio in Sicilia si sta recando insieme al fratellino, quella notte, per andare a trovare i suoi nonni paterni.

Che fine ha fatto Gaia Randazzo?

gaia randazzo
foto dai social

Gaia Randazzo, nata a Codogno e residente in una frazione di Paderno Ponchielli, in provincia di Cremona, quella sera prende il traghetto insieme al fratello minore. Questi a quanto pare si addormenta, lei no e all’alba dell’undici novembre il ragazzo lancia l’allarme. Di Gaia praticamente non ci sono più tracce,…