la testimonianza di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni ha voluto dire la sua riguardo la tragica storia del bambino, di appena tre giorni, morto soffocato nel letto dopo essere stato allattato dalla madre. L’influencer difende la mamma e si unisce al coro di tante donne che hanno subìto episodi di violenza ostetrica e che, in questi giorni, gridano a gran voce: “Poteva succedere a me”.

L’incidente è avvenuto nell’ospedale di Sandro Pertini a Roma, nella notte fra il 7 e l’8 gennaio scorso e ha letteralmente sconvolto il paese. La donna, esausta dopo ore di travaglio, si è addormentata dopo l’allattamento al neonato e da lì è scaturita la tragedia. La 30enne sarebbe stata abbandonata a se stessa, nonostante esista un protocollo per cui è fortemente consigliato nei primi giorni di mettere il nascituro in culla subito dopo l’allattamento, a causa della stanchezza del parto. Per questo, è stata aperta un’indagine per omicidio colposo contro ignoti.

L’intervento di Chiara Ferragni

La Ferragni, madre di due bambini, ha usato il suo profilo Instagram di ben 28 milioni di followers per esprimere il suo supporto alla giovane madre e ha ricordato cosa è successo subito dopo la nascita di suo figlio Leone:

Le donne vengono sempre lasciate sole e questo è un problema grandissimo. Mi ricordo…