la strage che ha sulla coscienza nonostante il vaccino, cifre-choc – Libero Quotidiano

Carlo Nicolato

In uno dei non eccezionali faccia a faccia che hanno preceduto le elezioni presidenziali americane del novembre 2020, il candidato democratico Joe Biden aveva rinfacciato all’allora presidente in carica e candidato repubblicano Donald Trump di essere stato responsabile della morte di 220mila americani per Covid. «Chiunque sia responsabile per così tante morti – accusò Sleepy Joe in un raro momento di trance da dibattito, – non dovrebbe rimanere presidente degli Stati Uniti d’America». Era quello uno dei cavalli di battaglia della sua campagna elettorale, probabilmente il più importante dal momento che con l’approssimarsi dell’inverno il Covid stava toccando il suo apice di virulenza, mietendo centinaia e poi migliaia di vittime al giorno. Sarebbe stato facile per chiunque starsene seduto in poltrona a puntare il dito contro gli errori del presidente travolto, come tutti, dalla pandemia. In un post su Twitter di ottobre, Biden o chi per lui commentava con orgoglio: «Non ho intenzione di chiudere il Paese. Non ho intenzione di fermare l’economia. Spegnerò il virus». Facile no?

 

 

NUMERI INDISCUTIBILI
Peccato che dopo quasi un anno di…