La Russia non esporterà petrolio a chi applica il tetto sul prezzo. Che diventa inutile

La Russia chiarisce cosa accadrà se i paesi occidentali applicheranno il famoso “Price cap”, il tetto sul prezzo del petrolio.  “Per quanto ne so, la Russia non fornirà petrolio ai Paesi che impongono un tetto ai prezzi“, ha dichiarato venerdì in una conferenza stampa il governatore della Banca di Russia Elvira Nabiullina. Elvira Nabiullina ha fatto eco a Vladimir Putin, affermando che l’imposizione di un tetto al prezzo del petrolio russo farebbe aumentare i prezzi globali, e ha aggiunto che la Russia sta lavorando a un proprio parametro di riferimento per il prezzo del petrolio.

I suoi commenti fanno seguito a quelli del vice primo ministro russo Alexander Novak, che mercoledì ha dichiarato alla televisione di Stato che la Russia non fornirà petrolio ai mercati globali se il tetto di prezzo in discussione sarà fissato a un livello inferiore al costo di produzione russo.

Se il tetto di prezzo di cui si parla è inferiore al costo di produzione del greggio… naturalmente la Russia non fornirà quel greggio sui mercati globali, il che significa che semplicemente non pomperemo petrolio in perdita“, ha dichiarato Novak all’agenzia di stampa TASS, secondo quanto riportato da…