La Russia minaccia i satelliti di Elon Musk che tengono l’Ucraina connessa (ma sono difficili da neutralizzare)- Corriere.it

Il network di SpaceX ha aiutato Kiev dal punto di vista civile e militare. «Tali azioni costituiscono un coinvolgimento indiretto nei conflitti», sostengono da Mosca

Le infrastrutture «semi civili» potrebbero diventare un obiettivo legittimo per le rappresaglie, ha affermato nei giorni scorsi Konstantin Vorontsov, capo della delegazione russa all’Ufficio per gli affari del disarmo delle Nazioni Uniti. Sebbene non vengano nominati apertamente, le sue parole sono risuonate come una minaccia diretta ai satelliti Starlink forniti da Elon Musk e dalla sua società SpaceX, diventati essenziali per le comunicazioni ucraine nella parte orientale del Paese. «Vorremmo sottolineare una tendenza estremamente pericolosa che va oltre l’uso innocuo delle tecnologie spaziali ed è emersa durante gli eventi in Ucraina: l’uso da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati di infrastrutture civili nello spazio, comprese quelle commerciali, per scopi militari», ha sostenuto il capodelegazione russo Vorontsov. «Sembra che i nostri colleghi non si rendano conto che tali azioni costituiscono un coinvolgimento indiretto nei conflitti militari».

All’inizio del conflitto, quando l’Armata aveva scollegato l’Ucraina dalla rete internet con degli strike mirati, solo i satelliti…