La Russia è il principale fornitore di armi all'Ucraina: mezzi corazzati e munizioni abbandonati nella ritirata rafforzano gli arsenali di Kiev

Molti sono praticamente perfetti, altri vanno aggiustati. Su tutti la "Z" viene sostituita dalla bandiera gialla e azzurra. La battuta della Difesa sui social: "Non possiamo accettare doni da aggressori e stupratori: restituiremo fino all'ultimo proiettile"