La regina del pop sovietico Alla Pugacheva sfida Mosca: “Basta morti”

“Dichiaratemi agente straniero“, ha chiesto ieri la popolare cantante russa, Alla Pugacheva, al ministero della Giustizia di Mosca. Lo ha fatto con un post sul suo profilo Instagram da 3,4 milioni di follower. L’icona della musica pop dell’epoca sovietica ha chiesto di essere inserita nella lista in solidarietà con suo marito, il presentatore televisivo Maxim Galkin che si è ripetutamente espresso contro la guerra in Ucraina e venerdì è stato inserito nella lista degli individui che operano come “agenti stranieri” per aver condotto attività politiche per conto dell’Ucraina e per aver ricevuto finanziamenti dal governo di Volodymyr Zelensky.