La ratifica obbligata del Mes pone a Salvini un problema sul governo del 2022

L’Italia bacchettata a Bruxelles per i ritardi sul Fondo salva stati, che Draghi e Macron vorrebbero sfruttare per modificare il Patto di stabilità. Ecco perché, a prescindere da come andrà la partita del Quirinale, per il leader della Lega restare in maggioranza non sarà scontato. Lo spettro della Meloni, la tentazione dell’opposizione. Giorgetti avverte: “Super Mario non accetterà la palude”

Daniele Franco dice che quello ricevuto da Bruxelles è un “memento”. Della serie: ti  ricordi del Mes? Pietra dello scandalo di un’intera legislatura, parola magica che accende le zuffe e sovverte gli equilibri dei governi, il Meccanismo europeo di stabilità è ancora lì, sospeso a mezz’aria sull’inconcludenza della politica. Ma il richiamo dell’Eurogruppo vale non solo per i tecnici del Mef, ma anche per chi,  su tutti Matteo Salvini, in queste ore s’interroga sul governo che verrà dopo la risoluzione del rebus quirinalizio.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità…