“La Rai? A noi!”. L’incontro segreto Meloni-Fuortes: Rossi diggì o sarà scontro

Si sono incontrati, in gran segreto, mercoledì a Palazzo Chigi. Per la prima volta. Giorgia Meloni e Carlo Fuortes non si conoscevano. Un’ora di colloquio sulla Rai che segna l’apertura del dossier da parte del governo. L’ad nominato da Mario Draghi si trova in una situazione complicata: il piano industriale che non decolla, i conti claudicanti, il sorpasso di Mediaset negli ascolti di giornata. Ma soprattutto è espressione di un’altra maggioranza. Stesso discorso per il cda, privo di esponenti in quota Fratelli d’Italia, ormai razza padrona. Il mandato di Fuortes scade nel 2024. Meloni gli ha prospettato due soluzioni: l’innesto di un direttore generale, Giampaolo Rossi, oppure sarà scontro. 

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE