«La priorità è aiutare le famiglie più povere»- Corriere.it

Si va verso un aumento del fondo per contrastare il caro-bollette. Le risorse stanziate nel disegno di legge di Bilancio per il 2022, pari a due miliardi, potrebbero salire di una cifra compresa tra 700 milioni e un miliardo, utilizzando parte delle risorse appostate per il taglio dell’Irpef, che il primo anno coster circa 6 miliardi anzich 7. Il rafforzamento del fondo per calmierare gli aumenti di luce e gas il primo frutto del giro d’incontri fra il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e i partiti della maggioranza. Lo stesso premier annuncia: Per limitare i rincari nel breve periodo e aiutare in particolare le famiglie pi povere interveniamo in legge di Bilancio, e siamo pronti a continuare a farlo. Del resto, nel 2021 il governo gi intervenuto due volte, a giugno e a settembre, per un totale di 4,2 miliardi, tagliando i cosiddetti oneri impropri.

Le consultazioni

La richiesta di aumentare le risorse contro il caro-bollette non solo stata avanzata da tutte le forze politiche che sostengono il governo ma presente anche in molti dei quasi 6.300 emendamenti alla manovra presentati in Senato. Una montagna di proposte di modifica che preoccupa Draghi, che pure negli incontri di ieri si mostrato disponibile a cercare una quadra e a fare sintesi tra le…